Studio Palumbo - Amministrazioni Condominiali

NEWS

 

riforma del condominioCome è cambiata la figura dell'amministratore condominiale?

18/04/2016 - FONTE: www.studio-palumbo.com

Il 18 giugno 2013 con l’entrata in vigore la riforma del condominio varata con la legge n. 220/2012. Le nuove regole prevedono cambiamenti per gli amministratori.

Queste le novità principali:

  • L’amministratore è obbligatorio quando ci sono più di 8 condomini.

  • Resta in carica 2 anni (salvo rinnovo)

  • Non deve avere precedenti penali per reati contro il patrimonio, non deve deve risultare protestato. Inoltre deve avere un diploma di scuola superiore e aver frequentato un corso di formazione specifico (a meno che svolga questa professione da oltre 1 anno).

  • Oltre a eseguire le delibere dell’assemblea, riscuotere i contributi e pagare i fornitori e il fisco ecc. ha precisi obblighi di trasparenza sulla gestione finanziaria (informazione ai condòmini sullo stato dei pagamenti e delle pendenze). E’ inoltre tenuto a stipulare una polizza di responsabilità professionale.

  • Al momento della nomina deve specificare nel dettaglio le componenti del suo stipendio e non ha diritto ad altri compensi se non deliberati dell’assemblea

  • In caso di gravi irregolarità anche un solo condomino può richiedere ad un giudice la revoca il suo mandato, obbligatoriamente con l'assistenza di un suo legale di fiducia.

  • Studio Palumbo - Amministrazioni Condominiali
    codice civile
    disposizioni per l'attuazione
    maggioranze assembleari
    archivio news
    Studio Palumbo - Amministrazioni Condominiali
    Studio Palumbo - Amministrazioni Condominiali


    "Amministriamo condomini con passione"

    Studio Palumbo - Amministrazioni Condominiali

    Vuoi ricevere le nostre news via email?

    iscriviti alla nostra newsletter!